Incontri

Conferenza di Quinto Marini

novembre 2020 (data da definire)

Roma, Biblioteca Angelica, 17:00

Quinto Marini 
Giovanni Della Casa biografo e polemista

Giovanni Della Casa è stato in prevalenza studiato per le sue splendide Rime, per le Lettere e per la sua opera più famosa, Il Galateo, mentre non molto si è scritto di lui come biografo e polemista, un’attività letteraria ritenuta minore e comunque non facile da sondare, vuoi per il contesto in cui si svolse, vuoi per il suo latino ostico. Nella fase finale e forse più difficile della sua esistenza, dalla metà del 1550 al 1555-1556, egli scrisse la Petri Bembi vita, la Gasparis Contareni vita e la Dissertatio adversus Petrum Paulum Vergerium, in tre diverse situazioni esistenziali: la necessità di accreditarsi a Venezia tramite la biografia del grande Bembo; la restitutio memoriae dell’altro importante cardinale veneziano, anima della Riforma cattolica; l’autodifesa dalla diffamazione di un nemico riparato tra i luterani. Le tre opere, pubblicate di recente, aggiungono un interessante tassello alla conoscenza di un protagonista controverso della letteratura e della cultura religiosa della prima metà del Cinquecento.